Pubblicazioni

a cura di Olga Scotto di Vettimo

titolo: Maurizi Valenzi. Disegni

editore: arte’m

pagine: 160 

pubblicazione: settembre 2020

 

… mio padre … ha disegnato e donato veloci ritratti in ogni occasione, durante le riunioni su buste intestate, dopo un pranzo seppiati col caffè, sulla spiaggia, dovunque…
i disegni sembravano fatti per essere donati, quasi mai trattenuti, così quando abbiamo scoperto che in casa, nonostante tutto, ne sono rimasti più di settecento, mi sono davvero stupita … disegnare è stato per lui divertirsi, godere nel fare una attività amata e nello stesso tempo entrare in relazione, comunicare. Lucia Valenzi, presentazione del volume.

Un catalogo ragionato dell’attività grafica di Maurizio Valenzi, più di 200 disegni che raccontano l’universo politico e culturale, il rigore morale, le passioni civili, di un protagonista della storia della sinistra europea nel ventesimo secolo.

In particolare, il libro offre una panoramica approfondita su tutta l’attività grafica dell’artista Valenzi: i ritratti, la vita in Tunisia, il carcere, gli amici, gli avversari politici, gli intellettuali, la famiglia, i viaggi, le vignette, i concerti, le scenografie per il teatro, la Rivoluzione partenopea, gli studi per vetri e ceramiche.

L’accurata scelta delle illustrazioni è, inoltre, accompagnata dall’introduzione di Lucia Valenzi e Salvatore Verbale e dai preziosi testi critici di Olga Scotto di Vettimo, Sergio Staino, Mimma Sardella e Federica De Rosa.

 

Per informazioni su come ricevere il libro, scrivere a

a cura di Ermanno Corsi, Giustino Fabrizio ed Eleonora Puntillo

titolo: Il sindaco rosso. Maurizio Valenzi e il futuro di Napoli

editore: UniorPress 2020

pagine: 145

 

Maurizio Valenzi, primo sindaco comunista nella storia di Napoli, governò la città per 2.900 giorni, dal 1975 al 1983, senza mai avere la maggioranza in Consiglio comunale e tra enormi problemi, dalla disoccupazione alle emergenze del terremoto, della criminalità e del terrorismo. Nel periodo in cui l’Europa era divisa in due blocchi prima della caduta del Muro di Berlino, il Partito comunista acquisì in Italia consensi tali da portarlo alla guida delle maggiori città, compresa Napoli, la città già monarchica e laurina che appena pochi anni prima era stata ritenuta la “capitale morale della Destra”. Furono anni di forte partecipazione politica e impegno sociale che cambiarono profondamente il volto della città e disegnarono il suo futuro, con scelte urbanistiche decisive e iniziative come Estate a Napoli e Scuola aperta, frutto di visione culturale e massima cura nel trattare la scuola e l’istruzione, collanti in grado di pervadere e tenere coesa l’intera comunità cittadina. Tre giornalisti, testimoni di quel periodo, raccontano ognuno da un’angolazione diversa gli eventi e i protagonisti, ricostruendo fatti, episodi e aneddoti relativi al “Sindaco Rosso” che fu definito dal Presidente Emerito della Repubblica italiana Giorgio Napolitano “un uomo che ha dato, col suo lungo impegno nelle condizioni più diverse e difficili, esempio di nobiltà della politica”.

 

Per scaricare il testo online
 

 

Fondazione Valenzi

a cura della Fondazione Valenzi

titolo: A Scuola la mia Chance App-Arte. 7 corsi di formazione nel settore del turismo culturale

editore: Avagliano 2017

pagine: 108

 

Il progetto “A Scuola la mia Chance App-Arte” è stato finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Programma “Scuola Viva” che, in coerenza con questa previsto nella programmazione attuativa del POR FSE 2014-2020, promuove la realizzazione di interventi volti a rafforzare la comunità locale attraverso percorsi formativi che consentano la messa in rete di scuola, territorio, imprese e cittadini. L’IIS liceale Quinto Orazio Flacco in collaborazione con l’IPSOA Cavalcanti di Napoli, Fondazione Valenzi Onlus, Opera Laboratori Fiorentini, STEPS Accademia delle Lingue, Associazione rci Movie, IGS s.r.l. Impresa Sociale, Ing. Giovanni Monda, ha dato vita a sette percorsi di formazione nell’ambito della cultura e delle nuove tecnologie.
 
Per informazioni su come ricevere il libro, scrivere a
 

 

 

a cura di Andrea Manzo

titolo: L’Africa di Maurizi0. Oggetti africani della collezione Valenzi

editore: Università degli studi di Napoli L’Orientale 2017

pagine: 62

ISBN 978 – 88 – 6719 – 147 – 5

In occasione della Mostra Temporanea Collezioni Museali de “L’Orientale” Palazzo Du Mesnil 29 maggio- 31 luglio 2017.

 

a cura di Lucia Valenzi

titolo: I miei primi giorni da sindaco di Napoli. Prefazione di Ermanno Corsi

editore: Aracne 2016

pagine: 144

ISBN 9788854891920

A 40 anni dalla prima giunta di Napoli con un sindaco comunista, una testimonianza, diretta e immediata, dei primi quattro mesi di Maurizio Valenzi sindaco, attraverso le pagine di un “diario”, che alterna resoconti in forma di cronaca con valutazioni ora politiche ora emotive e sentimentali riguardanti la sfida da lui accettata: quella di risollevare le condizioni di una città di cui, venutoci nel 1944 da Tunisi, si sentiva a pieno titolo cittadino e militante. Il racconto si caratterizza per l’assenza di ogni trionfalismo anzi per la tensione e la preoccupazione quotidiana. Lo sguardo da pittore gli fa osservare cerimonie come quella dell’apertura dell’anno giudiziario o del giorno dei morti come immagini dei tempi dei Borboni o dei vicerè spagnoli. Non manca un affettuoso riconoscimento per la discreta, preziosa presenza della moglie Litza, che durante uno sfarzoso ricevimento a Palazzo Reale mormora: “che avventura!”.
Oltre al “diario” che va dal 20 ottobre 1975 al 26 febbraio 1976 (Valenzi parla a un registratore a nastri Geloso), possiamo leggere stralci della deregistrazione di due trasmissioni radiofoniche  del 4 e del 6 gennaio 1977 e alcuni brani di lettere contenenti pressanti richieste di lavoro, emblematiche del profondo stato di sofferenza della città.
Valenzi trova dissesto finanziario; abusivismo edilizio; industrie senza incentivi da parte dello Stato e al limite della dismissione; disoccupazione crescente; malavita organizzata sempre più invasiva; trasporti pubblici al collasso. Alla Sala dei Baroni, sede del consiglio, non c’è la maggioranza per approvare il bilancio ed evitare lo scioglimento. Ma la vicenda amministrativa riuscirà ad andare avanti per otto anni attraendo, sulla terza città d’Italia, l’attenzione degli ambienti internazionali, come testimonia anche il programma radio con i giornalisti stranieri.
Ma al di là delle questioni strettamente politiche e legate alle strategie di sviluppo, questo “diario” di Maurizio Valenzi è, pur se contenuto in poche pagine, un suggestivo “romanzo sociale” che descrive – con sguardo veloce ma penetrante – ambienti, personaggi ed emozioni di una persona che, come ha efficacemente sottolineato Giorgio Napolitano, è stata “un magnifico esempio di italianità”.
 

Per acquistare il testo online
Per un elenco di librerie dove ordinare
Per sentire qualche audio originale

 
 
 

Maurizio Valenzi

titolo: J ’avoue que je me suis amusé. Itinéraires de Tunis à Naples

editore:  L’Harmattan 2015

pagine: 124

ISBN 978-2-343-04636-5

“Maurizio Valenzi è stato una figura unica nel panorama politico italiano” dichiara il suo amico Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, nell’omaggio che apre questo piccolo libro di ricordi, scritti nella forma leggera dello schizzo, propria del pittore di talento che era. Dirigente del Partito Comunista Italiano, senatore, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983, Maurizio Valenzi racconta qui la sua traversata del XX secolo, a partire dalla lotta antifascista in Tunisia, dove è nato nel 1909 e dove conoscerà le galere e la tortura del governo di Vichy, fino al suo arrivo nel 1944 a Napoli, che diventa la sua città di adozione e alla quale consacrerà la sua vita e il suo tempo, fino alla scomparsa nel 2009 a qualche mese dai suoi cento anni. Itinéraires de Tunis à Naples che testimoniano di un impegno senza riserve per la giustizia e la pace, proprio di quel XX secolo in cui, come scrive con l’humor che lo caratterizza, non era il caso di nascere “se si voleva vivere tranquilli”.

Traduzione dall’italiano di Danielle Laguillon Hentati.

L’intervista a Jack Lang , Presidente di IMA ( Institut du Monde Arabe ) sull’edizione francese del libro «Confesso che mi sono divertito», Tullio Pironti e Fondazione Valenzi, Napoli, 2007.

 
confesso che mi sono divertito

Maurizio Valenzi

titolo: Confesso che mi sono divertito

editore:  Tullio Pironti 2007

pagine: 143

EAN 9788879374163

Scarica l’Ebook

“Maurizio Valenzi è stato una figura unica nel panorama politico italiano” dichiara il suo amico Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, nell’omaggio che apre questo piccolo libro di ricordi, scritti nella forma leggera dello schizzo, propria del pittore di talento che era. Dirigente del Partito Comunista Italiano, senatore, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983, Maurizio Valenzi racconta qui la sua traversata del XX secolo, a partire dalla lotta antifascista in Tunisia, dove è nato nel 1909 e dove conoscerà le galere e la tortura del governo di Vichy, fino al suo arrivo nel 1944 a Napoli, che diventa la sua città di adozione e alla quale consacrerà la sua vita e il suo tempo, fino alla scomparsa nel 2009 a qualche mese dai suoi cento anni. Itinéraires de Tunis à Naples che testimoniano di un impegno senza riserve per la giustizia e la pace, proprio di quel XX secolo in cui, come scrive con l’humor che lo caratterizza, non era il caso di nascere “se si voleva vivere tranquilli”.

 

 

a cura di Olga Scotto Di Vettimo

titolo: Da Guttuso a Matta. La Collezione Valenzi per Napoli

editore: arte’m 2013

pagine: 63

ISBN 978-88-569-0393-5

 

Catalogo della mostra “Da Guttuso a Matta. La Collezione Valenzi per Napoli”, Maschio Angioino, 2 ottobre 2013- 30 marzo 2014.

Per informazioni su come ricevere il libro, scrivere a presidenzafondazionevalenzi@gmail.com

 

 

a cura di Lucia Valenzi

titolo: Qualcosa su mia madre.

Con prefazione di Clio Napolitano

editore: Cento Autori 2013

pagine: 45

 

Il libro,  corredato di galleria fotografica, con prefazione di Clio Napolitano,  ripercorre la vita di Litza Cittanova Valenzi nei ricordi della figlia Lucia, di Lina Porcaro, Marina Guardati e Rossella Pignanelli.

La pubblicazione, attraverso la biografia di una donna che ha vissuto in prima persona l’oppressione nazifascista prima e l’impegno politico e sociale poi, racconta in una visione diversa, una parte importante della storia di Napoli dagli anni ’40 in poi.

Dalla quarta di copertina:

“Avevamo accolto Litza con cordiale sufficienza, perché ci era parsa troppo fragile per la realtà napoletana del dopoguerra, ne scoprivamo ora la combattività e la scuola del Partito Comunista Francese” (Gaetano Macchiaroli)

“Litza nella sua apparente vaghezza era una persona di grande qualità e finezza intellettuale” (Clio Napolitano)

Per informazioni su come ricevere il libro in formato cartaceo, scrivere a

 
Per scaricare il pdf  Qualcosa su mia madre
 

a cura della Fondazione Valenzi

titolo: Scoprire il Buono attraverso il Bello. Bell’ e buon’ progetto per l’infanzia napoletana

editore: Cento Autori 2012

pagine: 62

 

Il primo e-book della Fondazione Valenzi, dedicato al progetto sociale “Bell’ e buon'”, giunto alla quarta annualità, dedicato all’infanzia a rischio napoletana, che ha ricevuto gli apprezzamenti, tra gli altri, del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del Garante Nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, Vincenzo Spadafora, del Ministro per la Cooperazione internazionale e lo Sviluppo, Andrea Riccardi e dell’Arcivescovo metropolita di Napoli, Cardinale Crescenzio Sepe.

Per scaricare  e-book_Bell’ebuon’

 

Fondazione Valenzi

titolo: Maurizio Valenzi arte e politica

editore: arte’m 2012

pagine: 120

ISBN
978-88569-0302-7

Catalogo mostra “Maurizio Valenzi. Arte e politica”, 6-28 novembre 2012, Palazzo Valentini Roma.

Per informazioni su come ricevere il libro, scrivere a
 

Autori vari

titolo: Per Teresa Tomaselli

editore: Fondazione Valenzi 2012

pagine: 58

In queste pagine la Fondazione Valenzi propone un diario commemorativo dedicato all’intensa vita professionale e umana dell’insegnante e ricercatrice Teresa Tomaselli, spentasi ad ottobre 2011.

I numerosi ricordi scritti da amiche, amici, colleghi e studenti, rappresentano il segno dell’infaticabile e fruttuosa opera culturale unita all’umanità e generosità da tanti riconosciutole.

In copertina “Teresa” ritratto di Lucia Valenzi (olio su tela, 1978).

Per scaricare il libretto Per Teresa Tomaselli 

 
Luigi Maria Sicca

Luigi Maria Sicca

titolo: Lasciare un segno

editore: Paparo Edizioni 2011

 

La passione di Maurizio Valenzi per la pittura viene nuovamente celebrata attraverso la pubblicazione di alcuni schizzi, recentemente ritrovati, eseguiti alcuni su i programmi di sala delle stagioni concertistiche dei primi anni ‘80 del Teatro di San Carlo, dell’Auditorium Rai di Napoli e dell’Associazione Alessandro Scarlatti. I testi sono di Luigi Maria Sicca, Carla viparelli e Lucia Valenzi.

Il volume che raccoglie i disegni, inoltre, si presenta in una veste grafica del tutto particolare: un vero e proprio album da disegno infatti si sostituisce alla consueta impaginazione libraria.

 

 

 

a cura di Lucia Valenzi e Roberto Race

titolo: Maurizio Valenzi. Testimonianze per una vita straordinaria

editore: Fondazione Valenzi

pagine: 270

ISBN
978-88-7937-506-1

Scarica l’e-book

Il volume “Maurizio Valenzi. Testimonianze per una vita straordinaria”, curato da Lucia Valenzie Roberto Race presenta le testimonianze dei tanti amici di Maurizio, politici, intellettuali, imprenditori, scienziati e artisti nazionali e internazionali. Amici e anche avversari che hanno raccolto, senza esitazioni, l’invito a fermare impressioni e ricordi su una persona che non ha rifiutato impegni e responsabilità, ma che è sempre stata aperta al confronto, all’osservazione curiosa e anche all’umorismo.
Da questi contributi Maurizio Valenzi emerge come figura di intellettuale dalla grande apertura internazionale, un politico raffinato, amante delle arti e artista in prima persona, uno statista prestato all’amministrazione.

Il libro si apre con la prefazione di Napolitano, l’introduzione di Lucia Valenzi e Roberto Race, i messaggi istituzionali dell’ arcivescovo metropolita di Napoli Crescenzio Sepe, del Presidente Emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, del vicepresidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella, del presidente della Giunta regionale della Campania Antonio Bassolino, del presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino. Seguono l’intervento del presidente della Fondazione Premio Napoli Silvio Perrella e le cinquantaquattro testimonianze di Abdon Alinovi, Ferdinando Bologna, Francesco Paolo Casavola, Giovanni Cerchia, Bice Chiaromonte Foà, Roberto Ciuni, Gaetano Cola, Ermanno Corsi, Pier Virgilio Dastoli, Vezio De Lucia, Roberto De Simone, Antonio Del Guercio, Gianfranco Dioguardi, Inge Feltrinelli, Giuseppe Galasso, Pietro Gargano, Andrea Geremicca, Massimo Ghiara, Ezio Ghidini Citro, Antonio Ghirelli, Enzo Giustino, José Goñi Carrasco, Ugo Gregoretti, Marina Guardati, Nemer Hammad, Franco Iacono, Jack Lang, Giuseppe Antonello Leone, Amedeo Lepore, Gianni Letta, Luigi M. Lombardi Satriani, Emanuele Macaluso, Nicola Mancino, Titti Marrone, Gilberto Antonio Marselli, Aldo Masullo, Enzo Mattina, Gustavo Minervini, Diego Novelli, Antonio Parlato, Eleonora Puntillo, Umberto Ranieri, Ermanno Rea, Francesco Rosi, Tato Russo, Amedeo Savoia duca d’Aosta, Eirene Sbriziolo, Oscar Luigi Scàlfaro, Vincenzo Scotti, Lucien Sfez, Vincenzo Maria Siniscalchi, Nicola Spinosa, Sandro Temin, Enrico Vinci e Elio Waschimps.

Il volume si chiude con la cronologia curata da Gina Annunziata e l’intervento di Luca Borriello sulla grande mostra antologica sul Valenzi pittore