Lectio Magistralis di Alberta Levi Temin Febbraio 2013

Venerdì 1 febbraio, ore 10 al Maschio Angioino, nell’ambito del ciclo di iniziative per la IV edizione di “Memoriae”, organizzata dalla Fondazione Valenzi e dall’Associazione Libera Italiana, è avvenuta la consegna delle “Stelle di David”, riconoscimento tributato a testimoni e vittime della violenza e a esempi positivi nella lotta contro l’emarginazione

La cerimonia è stata aperta dalla lectio magistralis di Alberta Levi Temin, sopravvissuta alla persecuzione nazista degli ebrei, a cui è stata consegnata la “Stella di David” per la Sezione Shoah da Pietro Valente, presidente dell’Associazione Libera Italiana. Sono stati poi premiati per la Sezione Napoli  Lino Romano, vittima innocente della camorra, per la quale hanno ritirato il premio consegnato da Marco Valenzi i familiari, e per la Sezione Letteratura  da Pierluigi Campagnaro, presidente della comunità ebraica di Napoli, Marco Nieli autore di “A nuie ce dispiace sul’ p”e zoccole”, libro inchiesta sulle violenze contro il popolo rom.

Ringraziamo poi per gli interventi musicali il fisarmonicista Vasyl Ishyn e i violinisti Ferdi Bahirami e Irene Veglione.

Di seguito le motivazioni dei premi:

Sezione “Memoriae della Shoah”
Vittima della più infame tra le pagine della storia d’Italia, ha conosciuto e sperimentato sulla sua pelle la nefandezza delle leggi razziali fasciste, che trasformarono in “non persone” decine di migliaia di cittadini italiani. Ad
A l b e r t a  L e v i  Te m i n
Per la straordinaria e infaticabile opera di testimonianza che da anni, con la sua storia di privazioni e sofferenze, ha riservato alle giovani generazioni
Sezione “Memoriae di Napoli”
Vittima innocente della camorra, la peggiore e più letale tra le metastasi della società napoletana. A
L i n o  R o m a n o
Simbolo di una città che non si arrende a una minoranza di assassini, che alle regole della civiltà e della pacifica convivenza vorrebbe sostituire quelle proprie di una subcultura della violenza e della criminalità
Sezione “Memoriae altre”
Rom, ovvero gli ultimi tra gli ultimi. Uomini, donne e bambini vittime dell’ignoranza e dei pregiudizi di una città dalle mille contraddizioni. A
M a r c o  N i e l i
Autore del volume di racconti e testimonianze “A nuie ce dispiace sul’ p’ ’e zoccole”, alla sua infaticabile opera di denuncia a favore del popolo gitano

E’ possibile guardare il video integrale della manifestazione sul nostro canale you tube

Lectio magistralis Alberta Levi Temin